Le Origini - FIKJ - Federazione Italiana Kyusho Jitsu

Vai ai contenuti

Menu principale:

Le Origini

Presentazione
L'origine del Kyusho-Jitsu

Il Kyusho-Jitsu nasce nell'antica India ed è stato tenuto segreto per secoli. Questa arte segreta è stata chiamata Marma-Adi e si basa sull'attaccare 108 punti vitali. Anche le arti Marziali cinesi sono state influenzate dalle arti Marziali Indiane. In Cina la "108-forma” trova la sua origine, in una forma con 108 posizioni consecutive che idearono e indicarono tutti i punti di pressione e come attivarli, questa forma fu chiamata “H'ao Ch'uan” e si divide in due parti, “Dim Mak” e “Chi-Na.” “Dim Mak” (o Dim Hsueh) o l'arte di attaccare i punti vitali, riferito al Kyusho-Jitsu. “Chi-Na” o l'arte della manipolazione delle articolazioni unita è riferita al Tuité-Jitsu. Più tardi questa arte marziale fu chiamata “Tai Chi Chuan”.
Il Tuité-Jitsu è l'arte di manipolare le articolazioni, con gli annessi punti di pressione allo scopo di controllare o indebolire le giunture articolari, facendone di quest'arte marziale un'arte veramente eccezionale.
Il Tuité-Jitsu e il Kyusho-Jitsu sono inseparabili l'un l'altro, perché con il Kyusho-Jitsu si attaccano i punti vitali, mentre con il Tuité-Jitsu si ha la possibilità di effettuare delle leve articolari, che creano dei varchi nel corpo del nostro avversario con i quali attraverso essi è possibile attaccare i punti di pressione scoperti o indifesi.
Il Kyusho-Jitsu e il Tuité-Jitsu sono arti marziali precedenti al Ryukyu-Kempo (l'arte marziale dalla quale si è originato il karate).
Torna ai contenuti | Torna al menu